logo

5x1000

Il tuo contributo sosterrà i nostri progetti, lo sforzo quotidiano di volontari che si battono per migliore la qualità del nostro Paese. Iniziamo a cambiare quello che ci circonda e cambieremo il mondo! Indica sul tuo 730 o Unico il codice fiscale 91012630710

 

centro diurno per disabili comunitaeducativa gestanti minori casa per la vita
centro per le famiglie mediazionefamiliare spazioneutro

Comunità alloggio per madri e gestanti con figli a carico “Estia”, art. 74 del R.R. n.4/2007 - iscritta al Registro Regionale di cui alla L.19/2006, con atto dirigenziale n. 161 del 20/02/2014. 

estiaLa struttura dispone di spazi e standard strutturali che permettono l’accoglienza di 8 ospiti (tra donne e bambini). È una struttura residenziale a bassa intensità assistenziale, a carattere temporaneo, consistente in un nucleo autogestito di convivenza. Destinatarie del servizio sono quindi, giovani e donne in attesa di un figlio o con figli minori che soffrono disagi di vario tipo: solitudine per assenza o povertà di reti amicali o parentali di sostegno, incapacità genitoriale, scarsa autonomia economica, lavorativa, personale e problemi nella relazione con il partner.La Comunità alloggio Estia è strutturata in due moduli abitativi e prevede il supporto di un adeguato sostegno professionale di tipo psico-sociale, orientato a definire un progetto che mira alla promozione di un nuovo percorso di inclusione sociale. La Comunità alloggio assicura i servizi di cura alla persona e le attività socio educative volte allo sviluppo dell’autonomia individuale, con particolare riferimento alla funzione genitoriale, garantendo ospitalità e ed assistenza a bisogni di vitto, alloggio e tutela. Si offrono alle mamme in difficoltà accoglienza ed aiuto, accompagnamento e sostegno, per superare la situazione di disagio che stanno vivendo e per supportarle ai fini di un’autonomia per sé e per i figli, olre che per il recupero delle capacità genitoriali.L’accoglienza avviene a seguito di proposta dei Servizi Territoriali Competenti per residenza della gestante/donna con minore che, valutata la necessità dell’inserimento in una comunità, propongono, attraverso relazione sociale scritta, motivata e documentata, l’inserimento della suddetta donna nella Comunità Estia.